AntonioPapiRossi-19

Credo nell’avvocatura libera e nel contributo che può dare alla giustizia attraverso l’impegno, la determinazione e la competenza

Antonio Papi Rossi

Sono avvocato cassazionista, amo le materie pubblicistiche (mi sono laureato in giustizia costituzionale con il prof. Onida) e mi occupo di diritto amministrativo da oltre venti anni. Dopo una lunga esperienza in studi legali di grandi dimensioni,  nazionali e internazionali, dal 2014 sono socio di Amministrativisti Associati, dove lavoro con quindici colleghi straordinari.

Mi occupo di appalti pubblici, di diritto ambientale, di energia, di regolatorio e di tutte le relative procedure avanti alle Autorità pubbliche. Mi dedico sia all’attività di consulenza sia alla difesa giudiziaria, specialmente avanti ai TAR di tutta Italia, alla Corte dei conti e al Consiglio di Stato.

Ho ricoperto il ruolo di arbitro, sia per nomina privata sia per nomina della Camera arbitrale, e partecipo a convegni di formazione sulle materie di diritto amministrativo. Dal 1984 sono socio di Cena dell’Amicizia, onlus che opera nel settore della grave emarginazione sociale e sono tra i fondatori dell’associazione Avvocati per Niente, che da più di dieci anni offre assistenza gratuita ai gravi emarginati sociali. Ho recentemente contribuito a fondare le associazioni Italiastatodidiritto e per l’Italiaconl’Europa.

Nel dicembre del 2018 ho avuto l’onore di entrare a far parte del Consiglio dell’Ordine. Amo la Costituzione italiana, il Trattato Europeo e i diritti fondamentali che rappresentano la nostra civiltà pluralista, moderna, tollerante. Adoro la musica, il mio lavoro, la mia città.

Intervista

  • Quali sono le 3 sfide che oggi vedi all’orizzonte per la professione dell’avvocato nella tua area di specializzazione?

    • conservare la fiducia nelle istituzioni; b) difendere l’importanza e il valore della competenza; c) garantire la sostenibilità economica dello studio
    • La prima proposta concreta che il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Milano dovrà assumere come priorità
    • Agevolare gli iscritti negli adempimenti di fatturazione elettronica
  • Quali sono le 3 qualità che deve avere un Consiglio dell’Ordine degli avvocati per essere realmente vicino e rappresentativo?

    • Rappresentare con dignità, indipendenza e decoro la professione di avvocato e il suo contributo al miglioramento della giustizia e della società;
    • praticare il realismo e il buon senso nella risoluzione delle problematiche degli iscritti;
    • essere aperti dall’ascolto dei colleghi, agevolando il dialogo tra gli iscritti e i consiglieri.

  • Quali sono le tue fonti d’ispirazione quotidiana?

    • Giordano Bruno
    • Papa Francesco
  • Quali sono le 3 qualità che una persona deve necessariamente possedere per essere un buon avvocato?

    • credere nel primato del diritto ed essere determinato a difenderlo;
    • avere una solida competenza tecnica;
    • avere una buona capacità organizzativa/imprenditoriale