AndreaDelCorno

Il mio impegno al servizio degli Avvocati e per un Ordine che guardi al futuro.

Andrea Del Corno

Sono un avvocato penalista e sono Consigliere dell’Ordine Avvocati di Milano dal 2015. Quale Consigliere mi sono occupato tra l’altro della Commissione Patrocinio a Spese dello Stato, dell’innovazione e dell’intelligenza artificiale. Sono stato segretario dell’associazione forense NPA (Nuova Professione Avvocato).

La mia attività professionale ha riguardato la responsabilità medica e degli esercenti le professioni sanitarie, i delitti contro la pubblica amministrazione e la responsabilitàamministrativa da reato degli enti (d.lgs. n° 231/01). Ho acquisito anche particolare esperienza in materia ambientale e in quella inerente la sicurezza sui luoghi di lavoro e in relazione ai reati fallimentari, a quelli contro il patrimonio e la persona.Tramite il Rotary ho partecipato a numerosi progetti per il sociale.

Intervista

  • Quali sono le 3 sfide che oggi vedi all’orizzonte per la professione dell’avvocato nella tua area di specializzazione?

    La prima è quella di riuscire a far conoscere la propria competenza professionale in una realtà di forte competitività e offerta professionale sempre più ampia.

    La seconda è quella di riuscire a esercitare la professione nell’ambito di strutture che siano sempre più snelle e non costose ma che al contempo possano offrire una qualificata e dinamica risposta professionale ai clienti e potenziali clienti.

    La terza è quella di sapersi porre come interlocutore professionalmente qualificato rispetto all’assistito che ha a disposizione tutte le nozioni, spesso confusive, sulla rete,così che l’informazione offerta agli assistiti sia per loro uno strumento, anche rispetto alle scelte professionali, e per l’avvocato un punto di eccellenza.

  • La prima proposta concreta che il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Milano dovrà assumere come priorità.

    Strutturare l’offerta formativa in modo che sia sempre a livelli di eccellenza, sia utile in concreto e sia un’occasione di crescita.

  • Quali sono le 3 qualità che deve avere un Consiglio dell’Ordine degli avvocati per essere realmente vicino e rappresentativo?

    1. Essere autorevole
    2. Essere vicino agli iscritti
    3. Dare risposte rapide e risolutive agli iscritti

  • Quali sono le tue fonti d’ispirazione quotidiana?

    Lo studio continuo dei casi, la spinta che deriva dal sapere di difendere dei diritti primari in aula, il sapere che la libertà e l’onore sono la posta in gioco in un processo.

  • Quali sono le 3 qualità che una persona deve necessariamente possedere per essere un buon avvocato?

      1. La disponibilità umana, il sapersi mettere in secondo piano rispetto alle esigenze dell’assistito e il sapere che, per dirla con una battuta, “se una cosa viene facile è perché l’hai fatta male”.